Porto Rotondo / Costa Smeralda 8 – 10 luglio 2004

Conclusa la Perini Navi Cup a Porto Rotondo con la vittoria del 40 metri Principessa Vaivia che ha preceduto il 43 metri Paz e il 56 mt Burrasca. Nel cocktail contest, il gradino più alto del podio è andato allo chè del 53 mt Atmosphere.

Una manifestazione nata sotto il segno del Maestrale, la Perini Navi Cup 2004 che si è onclusa a Porto Rotondo domenica 11 luglio, con un vento che soffiava con un’intensità uperiore ai 30 nodi, ma che comunque non ha impedito ai megasailer Perini Navi, e agli equipaggi protetti dai giubotti Defender di Loro Piana, di confrontarsi in una regata costiera lunga circa 32 miglia.
Ai nastri di partenza, alle 11.30, dopo il colpo di cannone, le 14 imbarcazioni presenti si sono date battaglia con spettacolari incroci. Un testa a testa che ha visto protagoniste sin dalle battute iniziali Burrasca, Paz e Principessa Vaivia, seguite a ruota da Corelia, Perseus, Andromeda La Dea e Santa Maria. All’arrivo, dopo circa 4 ore di navigazione e aver raggiunto velocità di punta di 14 nodi con le barche sbandate come si vede solo in Coppa America, ha avuto la meglio, nella classifica over-all, il 40 metri Principessa Vaivia, su Paz e Burrasca. Allo scopo di recuperare la prima giornata di regata, annullata per motivi di sicurezza ricollegabili alla difficoltà di manovra in porto a causa del forte vento di Maestrale, i velieri iscritti sono stati suddivisi in due gruppi: di lunghezza inferiore ai 46 metri e di lunghezza superiore ai 46 metri, per semplicità ribattezzati Gruppo A e Gruppo B.

Nella categoria inferiore a 46 metri, ha dominato Principessa Vaivia, davanti a Paz e Lady Lauren. Nel Gruppo B, invece, quello oltre i 46 metri di lunghezza, il gradino più alto del podio è stato occupato da Burrasca, che ha preceduto Corelia e Perseus.

Dopo aver tagliato il traguardo di Porto Rotondo, le imbarcazioni hanno virato verso l’Hotel Cala di Volpe, dove, una volta ancorate in rada, ad attenderli c’era la premiazione del match race disputato a bordo dei 25′ Bénéteau, vinto dall’equipaggio di Andromeda La Dea, capitanato da David Hutchinson con l’ausilio del tattico Harold Cudmore e la premiazione delle regate disputate con modellini di America’s Cup, vinte da Heritage su Andromeda La Dea e Perseus. A seguire, la premiazione del vincitore over-all della Perini Navi Cup 2004, Principessa Vaivia, al cui armatore è stata consegnata dalla show-girl Clarissa Burt, assisitita dai rappresentanti degli sponsor Credit Suisse, Bulgari, Loro Piana e Bentley Roma, la Coppa di rito e un orologio Bulgari Diagono Scuba.
Ultima, ma non meno importante, l’assegnazione del premio Ferrari Spumante al miglior cocktail, che è andato allo chéf dell’imbarcazione Atmosphere.

Contatto Stampa:
Vela&Vino Yacht Events – A&C Communication
Tel +39/02-55435316

cell. +39/335-6026660

e-mail: augustcap@tin.it info@perininavicup.it